Il primo vincitore, o meglio, la prima vincitrice del concorso di Natale

Il primo vincitore del concorso di Natale mi ha fatto pervenire la fotografia della sua dolce metà che indossa Kiara di Capricci di Natura. E’ piaciuta molto e sono contenta, tra l’altro l’arancio è anche il colore di questo 2012, come già annunciato quache post fa. Grazie per la foto Donatella, sei stata molto gentile e la collana ti sta molto bene!

Roberto aveva partecipato e vinto con l’estrazione random. Qui la ricetta proposta, anche la fotografia della torta era molto bella.

TORTA GLASSATA CON CUORE DI CIOCCOLATO

PAN DI SPAGNA
5uova, 80 gr di farina, 40 gr di fecola, 125 gr di zucchero a velo, scorza di limone grattugiata, succo di arancia

CUORE DI CIOCCOLATO
300 gr di cioccolato fondente , 5 tuorli, 3 albumi, 125 gr di zucchero a velo, 1 stecca di vaniglia

GUARNIZIONE
1 pera, 2 kiwi,1 mandarino, 200 gr di zucchero a velo

Per il pan di spagna, montare bene i tuorli con lo zucchero, poi unire farina e fecola setacciate e un cucchiaino di scorza di limone. Unire gli albumi montati a neve amalgamandoli delicatamente. Oliare ed infarinare uno stampo a cerniera mobile di 24 cm, riempirlo con l’impasto e cuocerlo in forno a 180 gradi per 30 minuti circa. Sfornarlo e lasciarlo raffreddare.

Per il cuore far fondere il cioccolato a pezzetti a bagnomaria, unire lo zucchero e i semini estratti dal baccello di vaniglia. Togliere dal fuoco. Aggiungere i tuorli uno per volta mescolando bene. Montare gli albumi a neve ed unirli delicatamente al composto di cioccolato ottenendo una mousse

Tagliare a meta il pan di spagna ormai freddo. Asportare la parte superiore del dolce per pareggiarne la superficie. Bagnare il disco di pan di spagna con il succo di arancia e rimetterlo nella tortiera. Riempire con la mousse e coprire con l’altro disco e bagnare con il succo. Chiudere la cerniera e passare i frigo per 2 ore.

Porre il dolce sul piatto da portata. In un ampia ciotola preparare la glassa con lo zucchero e poca acqua fredda . Mescolare con una frusta fino ad ottenere una glassa abbastanza densa. Glassare la torta con una spatola e guarnire la superficie a raggiera con le fettine di pera ed il mandarino pelato al vivo. Guarnire i bordi con sottili fettine di kiwi e rimettere in frigo per far consolidare la glassa. Toglierla dal frigo 30 minuti prima di servirla

Traduci

e condividi il post…
Share

Annunci

Moira, arancio e terra, sfumature calde e primaverili!

I nuovi color di questo 2012 piacciono molto a Capricci, sarà il clima primaverile, sarà la temperatura adatta, ma l’arancio quest’anno è particolarmente caldo nelle sue sfumature. Questa che vi propone è Moira, una collana chiusa con gancetto, lunga circa  62 cm.
E’ composta da noci di tagua intere (avorio vegetale) arancioni, sezionata nei color della terra, perle in legno di varie grandezze, piccoli ovali marroni. Inframmezzata da giada nera, cristalli marroni e madreperla Thaiti.
Bella e di grande effetto!

Traduci

e condividi il post…
Share

Linda, torna il blu!

Il blu, uno dei colori che in questi ultimi due anni è sicuramente il più richiesto! Torna per questo autunno, alternato dal marrone cangiante della madreperla Thaiti in questo modello dedicato a Linda, la sorella di una vecchia amica. Non  ha ganci di chiusura ed è composta da noci di tagua intera, noci naturali dell’Amazzonia (di buon auspicio!) e perle in legno. La completano e la impreziosiscono molto i piccoli cerchi, i frammenti e gli ovali in madreperla. E’ un modello che mi piace molto e che sicuramente riproporrò negli altri colori. E’ lunga circa 88 cm e non ha ganci di chiusura. Colorata con terre naturali, come tutti i modelli di Capricci di Natura.
Linda, spero piaccia anche a te! 🙂

Traduci

e condividi il post…
Share

Gusci naturali per questi bracciali un po’ tribali!

Alle prese con una nuova richiesta, Capricci ha creato questi tre braccialetti un po’ tribali! 🙂 Sono composti da piccoli pezzetti di gusci di noce levigati, nella tinta naturale o colorata, inframmezzati da piccole perle in legno grezzo chiare e rossicce. Uno dei tre ha un piccolo nocciolo di pesca centrale. Sono tutti unisex.
Li trovo carini, che ne dite?

Traduci

e condividi il post…
Share