Gilda, il rosso in tutte le sue tonalità!

“Rossa come una ciliegia matura”, questo il commento di una ragazza alla vista di Gilda…
Bella, composta da noci di tagua intere, ovali e perle in legno, madreperla Thaiti. Chiusa da gancetto e lunga circa 65 cm.
Se n’è andata subito, la rossa….. in quel di Savigliano!

Traduci

e condividi il post…
Share

Pietra, legno e ferro – Edizione 2012


Capricci di Natura ringrazia per il gentile invito e vi dà appuntamento domenica prossima a Vistrorio in occasione della manifestazione dedicata, ormai da molti anni, all’artigianato artistico.

Qualche informazione dal sito del comune:

La manifestazione Pietra Legno e Ferro, volta a valorizzare l’arte delle realtà locali, fin dalla sua prima edizione nel 2007, si prefigge come obiettivo far conoscere, attraverso un percorso visivo di lavorazione delle materie prime, l’espressione artistica che a poco a poco prende forma e si modella in opere di grande impatto. Viene in questo modo valorizzata la tradizione dell’artigianato artistico al fine di recuperare gli elementi di cultura che, seppur radicati, vanno perdendosi con l’avanzare del tempo.

Gli artigiani, che partecipano alla manifestazione attraverso un invito da parte degli organizzatori, utilizzano materiali tradizionali e li lavorano applicando a volte le tecniche antiche tramandate dai loro padri e talvolta lavorazioni innovative che permettono di ottenere risultati sorprendenti partendo comunque dalle stesse materie prime. Il notevole successo riscosso e dovuto soprattutto alle modalità con cui la manifestazione è strutturata, con la totalità degli artisti che lavorano dal vivo e la possibilità per il pubblico di assistere all’intero processo creativo di nascita di un’opera d’arte tradizionale. Gli artisti presenti  vengono inoltre selezionati di anno in anno sulla base delle loro comprovate capacità e la loro partecipazione avviene esclusivamente grazie a un invito personale.

Continua qui

A presto!

 

Traduci

e condividi il post…
Share

Noci!

Due paia di orecchini, che hanno come protagonisti le noci. Accompagnate da madreperla Thaiti, legno, cristallo. D’effetto e leggeri, tenete sempre presente che tutto il materiale che ricava Capricci è vuoto all’interno….
Per qualsiasi informazioni non esitate a contattarla!

Traduci

e condividi il post…
Share

Il primo vincitore, o meglio, la prima vincitrice del concorso di Natale

Il primo vincitore del concorso di Natale mi ha fatto pervenire la fotografia della sua dolce metà che indossa Kiara di Capricci di Natura. E’ piaciuta molto e sono contenta, tra l’altro l’arancio è anche il colore di questo 2012, come già annunciato quache post fa. Grazie per la foto Donatella, sei stata molto gentile e la collana ti sta molto bene!

Roberto aveva partecipato e vinto con l’estrazione random. Qui la ricetta proposta, anche la fotografia della torta era molto bella.

TORTA GLASSATA CON CUORE DI CIOCCOLATO

PAN DI SPAGNA
5uova, 80 gr di farina, 40 gr di fecola, 125 gr di zucchero a velo, scorza di limone grattugiata, succo di arancia

CUORE DI CIOCCOLATO
300 gr di cioccolato fondente , 5 tuorli, 3 albumi, 125 gr di zucchero a velo, 1 stecca di vaniglia

GUARNIZIONE
1 pera, 2 kiwi,1 mandarino, 200 gr di zucchero a velo

Per il pan di spagna, montare bene i tuorli con lo zucchero, poi unire farina e fecola setacciate e un cucchiaino di scorza di limone. Unire gli albumi montati a neve amalgamandoli delicatamente. Oliare ed infarinare uno stampo a cerniera mobile di 24 cm, riempirlo con l’impasto e cuocerlo in forno a 180 gradi per 30 minuti circa. Sfornarlo e lasciarlo raffreddare.

Per il cuore far fondere il cioccolato a pezzetti a bagnomaria, unire lo zucchero e i semini estratti dal baccello di vaniglia. Togliere dal fuoco. Aggiungere i tuorli uno per volta mescolando bene. Montare gli albumi a neve ed unirli delicatamente al composto di cioccolato ottenendo una mousse

Tagliare a meta il pan di spagna ormai freddo. Asportare la parte superiore del dolce per pareggiarne la superficie. Bagnare il disco di pan di spagna con il succo di arancia e rimetterlo nella tortiera. Riempire con la mousse e coprire con l’altro disco e bagnare con il succo. Chiudere la cerniera e passare i frigo per 2 ore.

Porre il dolce sul piatto da portata. In un ampia ciotola preparare la glassa con lo zucchero e poca acqua fredda . Mescolare con una frusta fino ad ottenere una glassa abbastanza densa. Glassare la torta con una spatola e guarnire la superficie a raggiera con le fettine di pera ed il mandarino pelato al vivo. Guarnire i bordi con sottili fettine di kiwi e rimettere in frigo per far consolidare la glassa. Toglierla dal frigo 30 minuti prima di servirla

Traduci

e condividi il post…
Share

Ivy, tutti i colori della tagua e del legno!

Colore, colore, colore…facilmente abbinabile, allegro, primaverile…
Oggi vi presento Ivy, simile a Sky ma con in più l’açaì ed alcune perle in legno al posto delle noci naturali dell’Amazzonia. Tante le tonalità dei colori: naturali, della terra, del rosso, del blu, del verde, del rosa, del giallo e dell’arancio. E’ lunga 84 centimetri ed è montata su filo da pesca.

Traduci

e condividi il post…
Share

Gaia, colori e açaì per la prossima primavera!

Dopo Gioia , ecco Gaia, ricca di colore! Importante nelle forme, le grosse perle di legno verde hanno un diametro di oltre un centimetro. Gaia è composta da noci di tagua (avorio vegetale) divise a metà, açaì (lucido nero) perle in legno di varie misure. Inframmezzata da perline in cristallo cangianti nella tonalità del viola.
E’ montata su filo da pesca, misura circa 95 centimetri. La troverete al Gigante , il prossimo fine settimana! 🙂

Traduci

e condividi il post…
Share

Capricci, un altro top della gamma in versione small!

Capricci piace, molto direi…le forme diverse, i colori, tutti i noccioli ed i semi che raccoglie incontrano sempre il gusto di molte ragazze e signore. E’ la prima creata in assoluto,ormai il prototipo ha compiuto sette anni. Ha mutato i colori, è invecchiata, ma è sempre bellissima.
Oggi vi propongo la versione “small”, per chi non ama i doppi giri ed ha voglia di indossare qualcosa di colorato e di facilmente abbinabile.
E’ lunga circa 100 cm, montata su filo da pesca, senza ganci di chiusura.

E’ composta da noci, intere e sezionate, tagua (avorio vegetale) intera, sezionata e sagomata, noccioli di ciliegia, açaì, cicerchie, noccioli di albicocca, noccioli di pesca, noce naturale dell’Amazzonia, perle in legno, cristallo taglio swarovski, e madreperla Thaiti.

Traduci

e condividi il post…
Share

Ecco la mia Lola, sono felice di ritrovarla!

Beh, Lola ce l’ho sempre nel cuore…forse perché il nome è per me molto caro, forse perché questa collana – che è stata riprodotta solo due volte – è quella che ogni volta che guardo mi piace e mi convince sempre di più. Una bella signora l’aveva acquistata e dopo un anno l’ho rivista prima di Natale. Mi sono fatta “promettere” una foto, questa Lola non l’avevo nemmeno potuta fotografare, è andata subito via….
Qualche giorno fa ho trovato una mail con la sua foto, che dire se non grazie? E’ sempre bellissima, le grosse noci di tagua dalle quali si sdoppia la collana, qui sono in blu.

Anche la ragazza che la indossa, è molto bella. Ha preferito non apparire ma va bene anche cosi! 🙂
Un piccolo riepilogo di questo modello che nel tempo si è anche “ridimensionato”, qui Lola small, e Lola mini (se volete saperne di più cliccate sulle foto).

Traduci

e condividi il post…
Share