Due collane dedicate, ecco la prima!

Grazie innanzitutto a chi è venuto a trovarmi, a cercarmi, sono sempre felice di ritrovare e di sapere come stanno i miei Capricci in giro per l’Italia. Bella manifestazione ieri, giornata calda e tanti, tanti visitatori. Per l’occasione avevo montato nuovi modelli, non ancora nominati, il tempo non basta mai….

Due dei nuovi hanno già trovato casa, oggi pubblico il primo, un girocollo dedicato a colei che l’ha acquistato. Si chiama Daniela, il girocollo è molto colorato, lungo all’incirca 55 cm. Composto da tre piccole noci di tagua centrali nei vari colori, noccioli di ciliegia nella tonalità del rosa, perle in legno rosse e blu.

Leggerissimo e colorato! Anche se in autunno, i colori piacciono sempre molto! Se mi leggerai Daniela e vorrai inviarmi una foto della collana indossata, mi farai felice…

Traduci

e condividi il post…
Share

Annunci

Sagra del Tartufo di Moncalvo

La manifestazione, fiore all’occhiello della Città Aleramica, vanta tradizioni storiche che risalgano al XIV secolo, quando il tartufo moncalvese era Ambasciatore ufficiale delle terre monferrine presso tutte le Corti europee.
In tempi recenti la Fiera ebbe inizio, come idea, a Moncalvo quando, all’inizio dell’ultimo secolo del millennio, il proprietario di una locanda dove s’incontravano i trifulau il giovedì di ogni settimana per il mercato, essendo un estimatore e finissimo intenditore di tartufi, organizzò di fatto la prima mostra concorso. Scegliendo una giuria tra i “trifulau” stessi, faceva esaminare gli esemplari, custoditi nei tradizionali fazzoletti di cotone a quadroni blu, poi premiava i più belli singolarmente, ed il gruppo più abbondante.
Il premio era costituito da un invito a pranzo per i fortunati cercatori il giovedì successivo.
Questo cerimoniale si svolgeva già allora la terza domenica di ottobre (data storica) e continuò così fino al 1955. In quell’anno il Comune trasformò questa “festa tra amici” in un Concorso del Tartufo di Moncalvo e del Monferrato.
La sua sede diventò l’antico, stupendo porticato che delimitava il castello che resta ancora oggi con qualche cambiamento dettato da nuove esigenze, il palcoscenico e la cornice dell’evento e dà continuità tradizionale.

…per chi vuole continuare a leggere, vi rimando al sito della fiera (cliccate sull’immagine in alto).

Quest’anno ci sarà anche Capricci di Natura, nell’area dedicata agli artisti e all’artigianato. Sarà presente per tutti e due gli appuntamenti, quello del 23 e quello del 30 ottobre. Il programma è ricco, se siete visitatori abituali o se avete in mente una domenica diversa passate a trovarla, ne sarà felice! 🙂

Traduci

e condividi il post…
Share