Invia la tua ricetta di Natale e vinci con Capricci!

Finalmente il nuovo concorso, Capricci è indaffarata….ringrazia innanzitutto tutti coloro che sono venuti a farle visita a Rivarolo, è sempre molto contenta di sapere come stanno le sue creazioni. Felice di vederle indossate anche dopo diversi anni.

Oggi inizia il nuovo concorso, era effettivamente da un po’ che non ne faceva più! Anche questo Natale vuole premiare chi la segue con un pensiero, una collana, tutta naturale e,  naturalmente, eco-compatibile.

Come fare per partecipare?

1) Pensate alla ricetta che per voi rappresenta il Natale

2) Inseritela con un commento sotto questo post

3) Se volete, inviate una foto a capricci.concorsi@tiscali.it
Indicate nel commento che partecipate anche con la fotografia. La foto deve essere scattata da voi. Nella mail indicate i vostri dati (nome, cognome, data di nascita, indirizzo e che autorizzate la pubblicazione della fotografia). I dati personali non verranno pubblicati.

Il concorso inizia oggi e terminerà il 31 gennaio 2012.

In palio due premi che verranno presto pubblicati: il primo sarà la collana che è più piaciuta in questo 2011. L’estrazione del vincitore o della vincitrice avverrà attraverso il sito random.org.

Il secondo premio sarà una parure di bracciale ed orecchini che verrà assegnata a discrezione di Capricci di Natura fra tutti coloro che avranno inviato la foto del loro piatto di Natale. 

La spedizione è a carico di Capricci di Natura, voi dovete solo partecipare!  🙂

E’ tutto, siete pronti?

Intanto Capricci vi augura Buon Natale, che sia il più sereno possibile…..

Traduci

e condividi il post…
Share

Annunci

41 thoughts on “Invia la tua ricetta di Natale e vinci con Capricci!

  1. bene, una domanda ma la ricetta è una ricetta che noi abbiamo fatto ad un pranzo di Natale o deve rappresentare per noi il Natale, cioè una cosa ricorrente?
    ciao novecento

  2. Ciao Novecento, sarebbe meglio una cosa ricorrente, ma se per esempio hai provato una ricetta natalizia che ha riscosso successo e che ricordi con particolare piacere, va bene lo stesso! Lasciamo libertà ai partecipanti….. 🙂

  3. Insalata di rinforzo

    Questo il mio piatto ricorrente per Natale, l’insalata di rinforzo. La mia versione è fatta con broccoli, non con i cavolfiori che credo siano quelli più usati.
    Qui le dosi per 6/8 persone
    1 kg broccoli
    sottaceti 1 barattolo da 350 gr
    melanzane sott’olio un barattolo da 350 gr
    acciughe 1 barattolino (non so il peso!)
    olive verdi 1 etto
    2/3 pezzi di baccalà fritto
    Lessate i broccoli, una volta raffreddati conditelo con i sottaceti, le melanzane, le olive verdi, le acciughe, l’olio e l’aceto, mescolate bene i vari ingredienti e lasciate insaporire per un paio d’ore al fresco. E’ preferibile prepararla il giorno prima, così tutti gli ingredienti si amalgamano, davvero gustosa! Invio anche la foto, ogni Natale questo piatto mi accompagna e riscuote sempre successo.

  4. Pingback: Grazie a tutti! « Capricci di Natura

  5. I miei dolcini di Natale….
    100 g cioccolato fondente
    80 g di burro
    80 g di zucchero
    20 g di farina
    3 uova

    Montare bene zucchero e uova, aggiungere la farina e il cioccolato fatto prima fondere a bagnomaria con il burro.
    Imburrare e infarinare 5 stampini monoporzione in alluminio, riempirli per 3/4 col composto e metterli in freezer (almeno 3 ore, ma anche una settimana…)
    Metterli direttamente dal freezer in forno a 210° per 18 minuti.
    Sfornarli e servire subito capovolti in un piatto con una pallina di gelato e alcuni lamponi. Hanno un fantastico cuore di cioccolato…….

  6. Tronchetto di Natale

    Ecco il dolce preferito da mio marito x Natale…lo preparano in una pasticceria nel paese confinante col nostro,ma ho provato a farlo anch’io…non è facilissimo,ma se ci son riuscita io…inviero’ anche 1 foto…

    Difficoltà: ElevataCottura: 20 min Preparazione: 100 min Dosi per 10 personePer la pasta biscotto
    Burro
    60 gr
    Farina
    manitoba 160 gr
    Sale
    1 pizzicoUova
    8
    Vanillina
    1 bustina
    Zucchero
    160 gr
    Per la crema pasticcera
    Cacao in polvere
    50 gr
    Farina
    70 grLatte
    500 ml
    Uova
    6 (solo tuorli)Vaniglia
    1 baccello
    Zucchero
    180 gr Per la crema ganache
    Burro
    50 gr
    Cioccolato
    fondente 400 grPanna
    400 ml

    Preparazione

    Preparate la pasta biscotto seguendo le istruzioni dettagliate qui riportate, ma con le dosi indicate in questa ricetta adatte ad una teglia (o leccarda) di cm 40 x 35.

    Preparate la crema pasticcera aggiungendo il cacao amaro setacciato e lasciatela raffreddare.
    Farcite il rotolo di pasta biscotto, spalmando la crema su tutta la superficie ma lasciando qualche cm vuoto sui bordi.

    Arrotolate con cura il dolce, avvolgetelo con della carta forno e ponetelo almeno un’ora nel frigorifero a raffreddare.

    Nel frattempo preparate la crema ganache seguendo le indicazioni dettagliate qui riportate ma con le dosi indicate in questa ricetta.

    Quando il rotolo si sarà raffreddato e compattato, togliete la carta forno che lo riveste e adagiatelo sul piatto (o vassoio) da portata; tagliate trasversalmente le due estremità del rotolo, e tenetele da parte: con la crema ganache ricoprite interamente il dolce (tranne la parte sottostante!) e fate aderire alla crema le due estremità precedentemente tagliate, ponendone una sopra il dolce e l’altra a lato, per dargli la caratteristica forma di tronchetto.

    Ad aderire al tronchetto devono essere le parti opposte a quelle tagliate in diagonale.
    Ricoprite di crema ganache le superfici laterali dei pezzi appena attaccati e lasciate ben visibili le parti tagliate in diagonale a forma di spirali, che rappresentano la sezione del tronco tagliato di un albero.
    Ora, con una forchetta, praticate delle righe sulla crema da un’estremità all’altra, per simulare la corteccia del tronco.
    Ponete la crema ganache avanzata in una tasca da pasticcere con bocchetta spizzata e formete delle piccole roselline di crema tutte intorno alle quattro sezioni diagonali del dolce (le due estremità del tronchetto e i due pezzi successivamente attaccati).

  7. Pandoro farcito

    Ingredienti:
    (per 8 persone)
    1 – pandoro, 250 g – mascarpone, 200 ml – latte, 150 g – zucchero, 120 g – cioccolato fondente, 40 g – farina, 5 – tuorli, q.b. – zucchero a velo

    Preparazione:
    Mettete a sciogliere a bagnomaria il cioccolato fondente.
    In un pentolino sbattete 2 tuorli con 60 g di zucchero.
    Una volta montati, unite latte e farina gradualmente, mescolando bene e avendo cura di schiacciare i grumi. Mescolate finché il composto non è perfettamente uniforme.
    Passate il pentolino sul fuoco e portate a ebollizione, sempre mescolando, lasciando che la crema si addensi. Basterà far bollire per meno di un minuto.
    In una ciotola, sbattete lo zucchero con i restanti tuorli.
    Una volta montati, unite il mascarpone, e continuate a mescolare ancora qualche minuto anche dopo che il composto sarà omogeneo.
    Tagliate il pandoro orizzontalmente, in modo da ottenere sei sezioni a stella.
    Farcite ogni strato alternando le due creme. Sovrapponete le varie stelle sfalsando le punte, in modo che una punta non coincida con quella a essa sovrapposta.
    Decorate ogni punta con ciuffetti delle due creme.
    Spolverate con lo zucchero a velo.
    Servite!

  8. Spaghetti con capesante e pesto d’agrumi

    Ingredienti:
    (per 6 persone)
    600 g – spaghetti, 18 – capesante fresche, 3 – arance, 3 – limoni, 100 g – pomodorini, 50 g – capperi, 50 g – mandorle sgusciate e pelate, q.b. – basilico, mezzo bicchiere – olio extra vergine d’oliva, q.b. – sale

    Preparazione:
    Mettete a bollire una pentola con acqua abbondante.
    Scottate i pomodorini appena in acqua bollente, poi scolateli e rimuovete subito la pelle e i semi. Sgocciolateli bene.
    Sbucciate limoni e arance, senza intaccare la parte bianca. Non buttate le bucce!
    Passate le bucce al mixer, insieme a capperi, mandorle e basilico.
    Unite l’olio extra vergine d’oliva.
    Salate l’acqua e buttate gli spaghetti.
    In padella, unta d’olio, fate rosolare per 5 minuti a fuoco molto basso le capesante.
    Scostandole ai bordi della padella, al centro mettete i pomodorini, regolate di sale e lasciateli rosolare sempre a fuoco basso per 15 minuti. Scolate gli spaghetti al dente e passateli nella padella coi pomodorini e le capesante.
    Aggiungete il pesto d’agrumi e fate saltare il tutto per 1 minuto.
    Servite!

    Tempo: 30 minuti

  9. ecco la mia ricetta …il roast beef al cannonau ed aceto balsamico
    Ingredienti:
    (per 6 persone)
    1 roast beef medio di circa 1 kg che va avvolto con la pancetta e qualche rametto di rosmarino – 2-3 bicchieri di vino rosso (cannonau di Sardegna)– 2 grosse cipolle bianche – 7-8 carote – 1/2 bicchiere di aceto balsamico –1 bicchiere diacqua – sale q.b. 4 cucchiai d’olio extravergine d’oliva, pepe

    mettere in un tegame bello grande l’olio, la cipolla tagliata a fette non troppo sottili e le carote tagliate a rondelle, far rosolare il tutto per circa 5 minuti a fuoco basso, unire il roast beef avvolto con la pancetta, rametti di rosmarino il tutto legato con dello spago,
    Far insaporire bene su ambo i lati , poi aggiiungere 1 bicchiere di vino, continuare la cottura alternando il vino, ad un po d’acqua ed all’acetto balsamico, continuare la cottura per circa 50 -60 minuti o fino a cottura della carne, aggiustare di sale, pepe, una volta cotta la carne tagliarla al fettine e versare sopra la salsina frullata di cipolla, carota e sughetto di cannonau e balsamico. guarnire con filo di glassa di aceto balsamico e rametto rosmarino

    buon appettito!!!!

  10. BUCCELLATI SICILIANI
    1 kg di farina 00
    200 grammi di zucchero
    300 grammi di burro
    3 uova più 1 per il ripieno
    1 dl. di latte
    10 grammi ammoniaca per dolci
    150 grammi gherigli di noce
    300 grammi di fichi secchi
    60 grammi di pistacchi
    100 grammi uva sultanina
    50 grammi di cioccolato fondente a gocce
    150 grammi di mandorle tostate tritatye
    5 chiodi di garofani ridotti in polvere
    250 grammi di zuccata tagliata a dadini
    Un pizzico di cannella in polvere (meglio una bacca di vaniglia)
    Marmellata d’arancia quella necessaria
    Ciliegie e bucce d’arance candite
    ½ bicchiere di Marsala
    Procedimento per la pasta
    Amalgamare la farina con lo zucchero, il burro e l’ammoniaca per dolci (meglio se con una planetaria); continuare a lavorare l’impasto e aggiungere le uova fino ad ottenere un composto omogemeo e consistente. Formare una palla, avvolgerla in pellicola da cucina e riporla in frigo per almeno trenta minuti.
    Procedimento per il ripieno
    Tritare grossolanamente i fichi secchi e riporli in una ciotola con l’altro uovo, l’uva sultanina, la cannella, le noci e le mandorle tritate a pezzetti non troppo piccoli, la zuccata, i chiodi di garofano e il Marsala. Mescolare bene e mettere sul fuoco per circa dieci minuti. Fuori dal fuoco aggiungere tre cucchiai di marmellata e mettere da parte a raffreddare.

  11. Crostatina di pasta sfoglia al profumo di mare
    Ingredienti per 4 crostatine
    Un rotolo di pasta sfoglia già pronta
    Una scatoletta di sgombro all’olio d’oliva Pam
    Un peperone giallo, di quelli di forma allungata
    8 pomodorini
    1 spicchio d’aglio
    Prezzemolo
    Origano
    Olio extra vergine d’oliva
    sale e pepe

    Iniziamo con il lavare le nostre verdure, apriamo il peperone per il lungo, togliamo i semi ed anche i filamenti bianchi, lo tagliamo a listarelledi circa un cm,e lo facciamo saltare per pochi minuti in una padella, con un goccio d‘olio e lo spicchio d’aglio.

    Intanto, prendiamo i pomodorini, e li tuffiamo per un minuto in acqua bollente, poi li scoliamo , li passiamo velocemente sotto il getto dell’acqua fredda, li spelliamo e li tagliamo a spicchi, avendo cura di togliere tutti i semi.

    A questo punto, prendiamo la pasta sfoglia, la srotoliamo con delicatezza, lasciandola sulla sua carta,e tagliamo dei cerchi che siano un cm più larghi dei nostri stampini da crostata…( i miei sono circa 10 cm di diametro, quindi ho fatto dei cerchi di 11/12 cm), ho leggermente spennellato gli stampi con del burro morbido, e li ho foderati con la sfoglia.
    Adesso, riempiamo le crostatine, con i peperoni, poi con lo sgombro ben sgocciolato dal suo olio di conservazione, gli spicchi dei pomodorini, un pizzico di sale e del pepe, prezzemolo tritato, e per profumare il tutto, una spolverata di origano. Condiamo con un filo d’olio extra vergine, e inforniamo a 190° per circa 20 minuti.
    Una volta sfornate, le lasciamo raffreddare leggermente, e le possiamo servire a tavola…è un buonissimo antipasto, sono ottime anche fredde

    felice anno a tutti
    Pat Siclari

  12. la mia ricetta agnello ai frutti di bosco
    1kg di costatine di agnetto intere
    cipolla
    carote
    olio
    pepe
    limone
    vino bianco
    farina
    salvia e rosmarino
    frutti di bosco
    irrorare un tegame con olio e metterci dentro agnello ben condito con sale pepe e salvia e rosmarino
    irrorare il pezzo intero d agnello con un bicchiere di vino bianco ,aggiungere nel tegame la cipolla di tropea sottile sottile e la carota tagiata sottilmente ,far cuocere in forno a 200 gradi per circa 30 minuti
    togliere dal fuoco e tagliare le costine
    nel frattempo raccogliere il succo dei vari ingredienti dell agnello e metterli sul fuoco con frutti di bosco scongelati
    fare una riduzuone con un po di farina e una grattugiatina di limone,quando avete ottenuto una cremina ,disponetela sotto il piatto da portata e sopra mettete ad incrocio 3 costatine d agnello, poi macchiate il piatto con la riduzione ai frutti di bosco e di lato un po di frutti di bosco tenuti da parte e…….con un piatto cosi colorato e saporito buon anno a tutti e buon appetito!

  13. Pingback: [Gennaio] Capricci di Natura - Invia la tua ricetta di Natale e vinci con Capricci - scade 31 g - Dimmicosacerchi - campioncini gratuiti, concorsi a premio, web gratis, concorsi gratuiti, campioni omaggio

  14. Ecco la mia ricetta!

    Conchiglie al caviale

    300 g di conchiglie
    50 g di burro
    1 vasetto di caviale nero e rosso
    1 confezione di panna da cucina
    la scorza grattugiata di 1/2 limone
    sale e pepe

    In una zuppiera (che terrete sopra una pentola con acqua bollente) versate la panna da cucina,sale,pepe e il burro a piccoli pezzi.
    Fate fondere il burro e mescolate questo composto cremoso.Unite infine il caviale, la scorza di limone grattugiata e continuate a mescolare.
    Nel frattempo avrete fatto cuocere le conchiglie.Scolatele al dente, versatele nella zuppiera, rigirate il tutto e servite molto caldo.

  15. TORTA GLASSATA CON CUORE DI CIOCCOLATO

    PAN DI SPAGNA
    5uova, 80 gr di farina, 40 gr di fecola, 125 gr di zucchero a velo, scorza di limone grattugiata, succo di arancia

    CUORE DI CIOCCOLATO
    300 gr di cioccolato fondente , 5 tuorli, 3 albumi, 125 gr di zucchero a velo, 1 stecca di vaniglia

    GUARNIZIONE
    1 pera, 2 kiwi,1 mandarino, 200 gr di zucchero a velo

    Per il pan di spagna, montare bene i tuorli con lo zucchero, poi unire farina e fecola setacciate e un cucchiaino di scorza di limone. Unire gli albumi montati a neve amalgamandoli delicatamente. Oliare ed infarinare uno stampo a cerniera mobile di 24 cm, riempirlo con l’impasto e cuocerlo in forno a 180 gradi per 30 minuti circa. Sfornarlo e lasciarlo raffreddare.

    Per il cuore far fondere il cioccolato a pezzetti a bagnomaria, unire lo zucchero e i semini estratti dal baccello di vaniglia. Togliere dal fuoco. Aggiungere i tuorli uno per volta mescolando bene. Montare gli albumi a neve ed unirli delicatamente al composto di cioccolato ottenendo una mousse

    Tagliare a meta il pan di spagna ormai freddo. Asportare la parte superiore del dolce per pareggiarne la superficie. Bagnare il disco di pan di spagna con il succo di arancia e rimetterlo nella tortiera. Riempire con la mousse e coprire con l’altro disco e bagnare con il succo. Chiudere la cerniera e passare i frigo per 2 ore.

    Porre il dolce sul piatto da portata. In un ampia ciotola preparare la glassa con lo zucchero e poca acqua fredda . Mescolare con una frusta fino ad ottenere una glassa abbastanza densa. Glassare la torta con una spatola e guarnire la superficie a raggiera con le fettine di pera ed il mandarino pelato al vivo. Guarnire i bordi con sottili fettine di kiwi e rimettere in frigo per far consolidare la glassa. Toglierla dal frigo 30 minuti prima di servirla

  16. Pingback: Invia la tua ricetta di Natale e vinci con Capricci! Fino al 31 gennaio 2012 « Minimoimpatto.com: le pratiche ecosostenibili

  17. Dolcetti di Natale
    Ingradienti:

    240 G Farina
    150 G Burro
    200 G Zucchero
    2 Uova
    100 G Noci Tritate (o Mandorle Tritate)
    50 G Fichi Secchi
    100 G Datteri
    50 G Scorza D’arancia Candita
    50 G Scorza Di Cedro Candita
    25 G Ciliegie Candite
    100 G Cioccolato Fondente Grattugiato
    1 Arancia
    1 Bustina Zucchero Vanigliato
    1 Bustina Lievito Vanigliato Per Dolci
    1/2 Cucchiaino Cannella
    1 Pizzico Sale
    Procedimento:
    Lavorate il burro a crema e aggiungete gradatamente, sempre mescolando, zucchero, zucchero vanigliato, uova, sale, cannella, succo e scorza grattugiata dell’arancia. Mescolate la farina con il lievito e aggiungetela al composto facendola scendere da un setaccino. Aggiungete infine la frutta secca, la frutta candita tagliata a pezzettini e il cioccolato. Lavorate il tutto con un cucchiaio di legno (o con uno sbattitore elettrico), fino ad ottenere un composto omogeneo. Mettete l’impasto in uno stampo da forno (26 x 40 cm) imburrato e infarinato e livellate con il dorso di un cucchiaio bagnato più volte in acqua fredda. Cuocete nella parte inferiore del forno, preriscaldato a 180 gradi, per 40 minuti. A cottura ultimata, staccate il dolce dal bordo dello stampo con l’aiuto di un coltello e tagliatelo in modo da ottenere rombi e triangoli.

  18. Pandolce di Natale
    Ingredienti:
    500 G Farina
    130 G Zucchero
    15 G Lievito Di Birra
    100 G Burro
    30 G Pinoli
    30 G Pistacchi Tritati
    30 G Uvetta Sultanina
    20 G Zucca Candita
    1 Cucchiaino Semi Di Finocchio
    1 Cucchiaio Acqua Di Fiori D’arancio
    1/4 Bicchiere Vino Bianco Secco
    1/4 Bicchiere Vino Marsala Secco
    1 Pizzico Sale
    Procedimento:
    Impastate la farina con il lievito sciolto in poca acqua tiepida, aggiungendone altra fino a ottenere una pasta consistente. Copritela e fatela lievitare per un’ora circa, finché ha raddoppiato il volume. Disponete a fontana la farina rimasta, versatevi al centro il burro fuso, il vino, il Marsala, l’acqua di fiori d’arancio, lo zucchero e un pizzico di sale, aggiungendo se è necessario altra acqua tiepida. Ottenuto un panetto consistente amalgamatelo a quello lievitato e lavorate il tutto per almeno un quarto d’ora. A questo punto allargate la pasta, distribuitevi sopra i pinoli, i pistacchi, l’uvetta ammollata, strizzata e asciugata, i canditi e i semi di finocchio. Lavorate ancora qualche minuto la pasta, datele la forma di una pagnotta e sistematela sulla placca ricoperta con carta da forno. Lasciate lievitare la pasta coperta e in un luogo tiepido per qualche ora, finché ha di nuovo raddoppiato il volume. Incidete la superficie del pandolce con un taglio a croce e cuocetelo per un’oretta nel forno caldo a 180 gradi. NB. Il dolce si può preparare anche con qualche giorno di anticipo.

  19. Questa è la mia ricetta che devo dire uso più volte durante l”anno non solo a Natale! Bocconotti alla mia maniera!Devo premettere che è una ricetta che si usa in un paese a me vicino,è un dolce tipico e molto antico(bocconotto vuol dire )ma rivista da me in modo diverso.Ingredienti:500g farina oo,120g strutto o margarina,3 uova medie,150g zucchero,1bustina lievito x dolci,facoltativa buccia grattugiata di limone.Per il ripieno:marmellata di ciliege o fragole o pesche e x i bambini la cioccolata.Vi occorrono stampini x crostatine,ma possono andare bene anche i pirottini di carta formato grande!In una terrina unite tutti gli ingredienti e impastate con le mani ,dovrete ottenere un impasto molto omogeneo e malleabile,fatto ciò prendete un pò d”impasto e create la base(tenete presente che vi occorre metà impasto x la base l”altra metà x ricoprire i dolcini),mettete al centro un cucchiaino di marmellata o cioccolata,e quindi ricoprite con la stessa quantità di impasto,fatto questo quando avrete terminato ,potete se volete spennelare con tuorlo d”uovo,ma non è necessario si dorano comunque con la cottura.In forno ventilato a 180°x circa 30″-40″.Fateli raffreddare e spolverizzate con zucchero a velo,potete riporli in un cestino x biscotti,con la marmellata possono conservarsi per circa una settimana.Buon appettito!invio foto.

  20. questa è una tortina poco calorica che serve per depurarsi dopo le scorpacciate di dolciumi natalizi…
    300 gr. di farina, 200 gr. di zucchero, 2 uova, 1/2 bicchiere di latte, 1/2 bicchiere di olio, 1 scorza di limone, 1 pizzico di sale e una busta di lievito per dolci. Amalgamare bene tutti gli ingredienti e lavorarli con una frusta. Preriscaldare il forno a 160 gradi e infornare per 30 minuti. Togliere dal forno e guarnire con scaglie di cocco.

  21. La ricetta napoletana per eccellenza : GLI STRUFFOLI

    ingredienti:
    – Farina 600 gr ,
    – Uova 4 + 1 tuorlo,
    – zucchero 2 cucchiai ,
    – burro 80 gr (una volta si usava lo strutto: 25 gr.)
    – 1 bicchierino di limoncello o rum,
    – Scorza di mezzo limone grattuggiata
    – Sale un pizzico
    – olio (o strutto) per friggere
    Per condire e decorare:
    -Miele 400 gr ,
    -confettini colorati (a Napoli si chiamano “diavulilli”)
    -confettini cannellini (confettini che all’interno contengono aromi alla cannella)
    -100 gr di arancia candita, 100 gr di cedro candito, 50 gr di zucca candita (si trova solo a Napoli: si chiama “cucuzzata”)

    Disponete la farina a fontana sul piano di lavoro, impastatela con uova, burro, zucchero, la scorza grattugiata di mezzo limone,un bicchierino di rum e un pò di sale. Ottenuto un amalgama omogeneo e sostenuto, dategli la forma di una palla e fatelo riposare mezz’ora. Poi lavoratela ancora brevemente e dividetela in pallottole grandi come arance, da cui ricavare, rullandoli sul piano infarinato, tanti bastoncelli spessi un dito; tagliateli a tocchettini che disporrete senza sovrapporli su un telo infarinato.
    Al momento di friggerli, porli in un setaccio e scuoterli in modo da eliminare la farina in eccesso.
    Friggeteli pochi alla volta in abbondante olio bollente: prelevateli gonfi e dorati, non particolarmente coloriti. Sgocciolateli e depositateli ad asciugare su carta assorbente da cucina.
    Fate liquefare il miele a bagnomaria in una pentola abbastanza capiente, toglitela dal fuoco e unite gli struffoli fritti, rimescolando delicatamente fino a quando non si siano bene impregnati di miele. Versare quindi la metà circa dei confettini e della frutta candita tagliata a pezzettini e rimescolare di nuovo.
    Prendete quindi il piatto di portata, mettetevi al centro un barattolo di vetro vuoto (serve per facilitare la formazione del buco centrale) e disponete gli struffoli tutt’intorno a questo in modo da formare una ciambella. Poi, a miele ancora caldo, prendete i confettini e la frutta candita restanti e spargetela sugli struffoli in modo da cercare di ottenere un effetto esteticamente gradevole.
    Quando il miele si sarà solidificato, togliete delicatamente il barattolo dal centro del piatto e servite gli struffoli.

  22. Ricetta.
    Castagne e Fagioli

    Ingredienti per 4 persone:

    200 gr di castagne secche
    300 gr di fagioli secchi
    2/3 foglie d’alloro consigliati nella cottura di tutti i legumi(l’alloro serve per combattere il gonfiore e gas intestinale)
    1 spicchio d’aglio ,sale q.b,peperoncino a piacimento,150 gr d’olio,
    4 pomodorini,o 4 cucchiai di passata di pomodoro,1 cucchiaio scarso di conserva di pomodoro,Acqua 1/2 litro ,più un mestolo.

    Mettere a bagno, per 5 ore, le castagne secche,cambiate l’acqua e metterle in pentola a pressione, unitamente ad acqua fredda,1 foglia d’alloro,cuocere per 40 minuti dal fischio.
    Mettere a bagno i fagioli,per una notte, e cuocere unitamente alla foglia d’alloro e l’acqua occorrente per circa 30 minuti dal fischio.Mettete da parte sia le castagne ed i fagioli,private delle foglie d’alloro, e sempre in pentola a pressione soffriggete lo spicchio d’aglio con l’olio,tolto l’aglio,mettere le castagne, i fagioli, ,i pomodori ,il peperoncino e aggiustate di sale e di acqua.
    La zuppa non deve risultare molto brodosa, e dare circa 10 minuti di cottura dal fischio.
    Servire con fette di pane cafone leggermente tostate,oppure pane casareccio,volendo potete aggiungere una lacrima d’olio.
    Accompagnare con un buon “TAURASI”.

  23. ANTIPASTO FACILE FACILE (SPEDISCO LA FOTO)
    Sformato freddo di patate con tonno
    Ingredienti
    1 kg patate -250 gr. tonno sgocciolato – 80 gr. olive verdi – 1 cipolla – 1 uovo sodo a fettine – 4/5 cucchiai maionese – il succo di 1 limone – prezzemolo – sale e pepe
    Lavare le patate e lessarle, sbucciarle passarle con lo schiacciapatate.
    Tritare la cipolla e il prezzemolo. Mettere il purè in una ciotola amalgamare con metà succo di limone e il prezzemolo, sale e pepe. A parte sgocciolare il tonno sbriciolarlo unire la cipolla il succo di limone rimasto e la maionese. Unire insieme e amalgamare i due composti. Foderare con la pellicola uno stampo distribuire metà del composto compattandolo bene, farcire con l’uovo sodo e rondelle di olive, distribuire l’altra metà del composto. Premere bene, ricoprire con la pellicola e mettere in frigo: Al momento di servire sformare su di un piatto togliere la pellicola, decorare con foglioline di prezzemolo, scorza di limone e rondelle di cipolla.

  24. Pingback: Capricci di Natura e Minimo Impatto insieme per voi! « Capricci di Natura

  25. Pingback: Minimo Impatto e capricci di Natura insieme per voi! Chi partecipa al concorso riceverà un buono sconto! « Minimoimpatto.com: le pratiche ecosostenibili

  26. Eccomi! La mia ricetta che a Natale non manca mai, penne al salmone, è anche molto semplice da preparare.
    Per 4 persone
    Ingredienti:
    400 gr. di penne
    200 gr. di fettine di salmone affumicato
    100 gr. di panna da cucina
    1 noce di burro
    sale e pepe
    Procedimento:
    Alla noce di burro sciolta, unire il salmone tagliato a strisce, una manciata di pepe e lasciare cuocere per qualche minuto. Aggiungere infine la panna e lasciare addensare. Versare la pasta cotta al dente e condire mescolando bene il tutto.

    Ottima! 🙂

  27. Salve, questa e’ stata la mia ricetta di inizio anno Torta della Befana….poiche’ si porta via tutte le feste vecchie e con questa golosissima torta favorisce le nuove….comunque vada Buon 2012 …..meglio tardi che mai.

    Ingredienti 500gr ricotta 100gr cioccolata, canditi qb, 1/2 bicchierino alchemus , zucchero a velo q.b.1 confezione Pasta Frolla surgelata ) oppure 3uova piu’ un tuorlo ,1 bustina lievito 80gr burro, 350 gr zucchero,400farina, buccia grattuggiata di un limone, 2 cucchiai di sambuca mescolare gradatamente questi ingredienti ed attendere 30 minuti. Nel frattempo preparare il ripieno Amalgamare la ricotta con i pezzettini di cioccolata canditi l’alchemus e 3 cucchiai di zucchero. Spianare la pasta frolla e porla su di una teglia, lasciarsi un pezzetto di pasta frolla per la copertura . Dopo aver messo il ripieno tagliare con una rondella la restante pasta frolla e ricoprire la torta con delle fettuccie. Inserire nel forno controllando la cottura. dopo 40 minuti e’ pronta farla raffreddare ed in serirla in frigo per 20 minuti. SPruzzare lo Zucchero a Velo e servite.AUGURI

  28. I PETRALI CALABRESI

    Come prima cosa facciamo il ripieno :
    fichi secchi 750 gr
    li si fanno ammollare sul fuoco lento con un pò di acqua e quando sono morbidi, frullarli .
    Una volta frullati,aggiungere 5 cucchiai da tavola di cacao amaro e garofano in polvere e cannella a piacere ,100gr di mandorle tostate ,100 gr uva sultanina e canditi a piacere .
    Tutto questo lo si fa cuocere in un pentolino a fiamma moderata con un pò di liquore, tipo marsala o rhum ,bastano 10 minuti .
    Farlo raffreddare per bene e farlo riposare in frigo almeno 1 giorno, anche se in frigo potrebbe rimanere pure 3 o 4 giorni ,quindi si può preparare con largo anticipo .

    Ora possiamo fare la parte esterna dei petrali

    parte esterna:

    1 kg di farina 00
    300 gr di zucchero
    100 gr burro

    4 uova
    latte q.b.
    1 bustina di lievito per dolci

    procedimento :
    Mettere la farina a fontana e al centro tutti gli ingredienti ed impastara ,aiutandosi con un pò di latte ,fino ad ottenere un impasto lavorabile non troppo morbido e liscio .

    Composizione dei Petrali :
    Stendere su una superficie infarinata l’impasto ottenuto , e ricavare dei dischi e mettere il ripieno e dopo chiudere a mezzaluna ,fissando bene i bordi .

    infornare a 170° finchè coloriscono un po’ ci vorranno circa 20 minuti comunque devono colorarsi ma devono rimanere morbidi.

    I petrali ,una volta freddi, vanno spennellati con del cioccolato fondente sciolto a bagnomaria e sopra si mettono le codette colorate .

  29. la ricetta che per me rappresenta il natale è il profitterole. semplice da realizzare, goloso e piace a tutti! sono necessari dei bignè, panna montata, cioccolato fondente, latte e codette. riempire i bignè di panna e disporli su un vassoio. preparare la glassa al cioccolato, facendolo sciogliere a bagnomaria con un pò di latte. versarlo sui bignè in modo che vengano ricoperti dal cioccolato e mettere un pò di codette multicolore per dare un tocco di vivacità!

  30. Cotechino in Crosta
    Ingredienti:
    1 cotechino precotto
    500 gr. lenticchie
    1 rotolo di pasta sfoglia
    una noce di burro

    Procedimento:
    Cuocere il cotechino come da istruzioni sulla scatola.
    Cuocere le lenticchie, poi scolarle e farle asciugare in padella con una noce di burro.
    Allargare la pasta sfoglia su un tegame da forno, adagiare al centro metà delle lenticchie.
    Porre sopra il cotechino privo di pelle e versateci sopra le lenticchie.
    Avvolgere il cotechino con i lati di pasta sfoglia, e cuocere in forno 30 minuti a 180/200° forno ventilato.

    Invio anche la foto! 🙂

  31. Anche se è un dolce di tradizione pasquale io lo faccio sempre a Natale tutti gli amici e famigliari lo aspettano ed io non li deludo mai eccolo:
    La pastiera
    Ingredienti per il ripieno: 250 g di grano già cotto, 400 ml di latte, un cucchiaio di strutto o di burro, un cucchiaio di zucchero, 1 bustina di vanillina, 400 g di ricotta di pecora, 300 g di zucchero, 4 uova, 40 g di acqua di fior d’arancio , scorza limonei, 150 g di canditi misti (tagliati a tocchetti piccoli), 150 g di zucchero a velo.
    Ingredienti per la pasta esterna: 500 g di farina, 3 uova, 200 g di zucchero, 200 g di strutto, la buccia grattugiata di un limone.
    Preparazione:
    Con un discreto anticipo (meglio se il giorno prima) preparare la pasta frolla e lasciarla riposare fino al momento dell’uso.
    Mettere a cuocere, a fuoco lento, il grano con il latte, lo strutto e il cucchiaio di zucchero, un cucchiaio di strutto la bustina di vanillina e la scorza di limone. Fare cuocere fino a che il composto non avrà assunto un aspetto cremoso. Lasciare raffreddare completamente.
    Mettere quindi la ricotta in una ciotola abbastanza capiente e lavorarla con un cucchiaio di legno in modo da renderla ben cremosa.
    Aggiungere poi i 300 g di zucchero e lavorare ancora.
    Aggiungere quindi i 4 tuorli e due albumi montati a neve ben ferma, la scorza grattugiata dei limoni, l’acqua fior d’arancio e i canditi tagliuzzati brevemente.
    Unire quindi la crema di grano e mescolare ulteriormente.
    Stendere quindi la pasta frolla portandola ad uno spessore di tre millimetri e foderarvi una teglia bassa, unta e infarinata.
    Riempire con il ripieno e con la pasta rimanente formare delle strisce e disporle a griglia sul ripieno.
    Mettere in forno, in posizione piuttosto bassa, a circa 180 gradi per un ora poi spostate la teglia nella parte superiore del forno per ancora mezz’ora.
    Una volta cotta, farla raffreddare in forno caldo e aperto e spolverare di zucchero a velo.

  32. Biscotti al burro

    Ingredienti

    Per l’impasto:
    2 uova
    500 g di farina
    150 g di zucchero
    250 g di burro
    1 limone
    1 bustina lievito
    1 bustina vanillina

    Per decorare:
    gocce di cioccolato
    ciliegie candite
    marmellata

    Procedimento

    Separare i tuorli dagli albumi.
    In una terrina montare gli albumi a neve e poi aggiungere la farina.
    In un’altra terrina unire i tuorli e lo zucchero. Poi unire gli albumi precedentemente montati a neve, la farina, il burro, la buccia grattugiata del limone, la bustina di lievito e la bustina di vanillina.
    Prendere una teglia e stendere la carta da forno. Disporre il composto sulla teglia e far cuocere nel forno ventilato e preriscaldato a 170° per 20 minuti circa.
    Sfornare i biscotti, farli intiepidire e decorarli con le gocce di cioccolato, le ciliegie candite oppure la marmellata.
    Buon appetito!

  33. Tozzetti alle nocciole

    Ingredienti
    8 uova intere
    8 hg di zucchero
    1,5 hg di farina
    3 hg di nocciole intere
    2 hg burro
    1 limone
    1 arancio
    1 pizzico di sale
    1 bustina di lievito

    Procedimento
    Unire in una terrina le uova e lo zucchero. Poi aggiungere al composto il burro precedentemente ammorbidito, la farina, la buccia grattugiata del limone, la buccia grattugiata dell’arancio, la bustina di lievito, un pizzico di sale e le nocciole. Mescolare tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto omogeneo.
    Prendere una teglia foderata con carta da forno e disporre il composto in modo tale da formare dei filoncini. Spennellare i filoncini con dell’uovo battuto.
    Far cuocere i filoncini nel forno ventilato e preriscaldato a 170° per 20 minuti circa.
    Sfornare i filoncini, farli intiepidire e tagliarli a fettine di 1 cm circa.
    Mettere i tozzetti nel forno ventilato e preriscaldato a 170° e farli cuocere per altri 10 minuti circa.
    Sfornare i tozzetti, farli raffreddare e servirli su un piatto da portata.

  34. Delizia di prugne.

    Per 20 praline.
    Ingredienti:13 prugne secche, 16 pavesini, 16 noci sgusciate, 2 cucchiai grandi di nutella.

    Frullare insieme 6 noci con 6 pavesini. Mettere la farina ottenuta in un piatto.

    Frullare insieme 10 pavesini, 10 prugne, 10 noci e 2 cucchiai grandi di nutella.
    Con questo composto formare le praline e passarle nella farina di noci e pavesini.

    Decorare le praline con pezzetti di noci e di prugne tagliate.

  35. Sfince
    500g di farina 00, acqua, lievito, sale, zucchero semolato, zucchero a velo e olio per frittura.
    Occorre impastare la farina con il lievito, un pizzico di sale, un cucchiaino di zucchero, aggiungendo acqua tiepida poco alla volta fino ad ottenere un impasto morbido, elastico ed omogeneo.
    Lasciare lievitare. Scaldare l’olio per la frittura. Immergere delle palline di pasta lievitata, da realizzare “spremendo” con la mano l’impasto. Dopo la frittura, ancora calde, vanno spolverate di zucchero a velo e servite. Sono squisite da mangiare subito dopo la frittura ma ancor di piu’ dopo qualche ora dalla preparazione.
    Appartengono ad un mio caro ricordo delle notti di Natale. Preparate da mia nonna per allietare la grande tavola di festa in attesa del brindisi di mezzanotte.

  36. Biscotti al cioccolato

    Ingredienti

    3 uova
    16 cucchiai di farina
    6 cucchiai di zucchero
    150 g di burro
    1 limone
    ½ bicchierino di limoncello
    1 bustina lievito
    1 bustina vanillina
    cioccolato fondente

    Procedimento

    Disporre la farina a fontana e mettere al centro le due uova, lo zucchero, il burro a temperatura ambiente, la buccia grattuggiata del limone, ½ bicchierino di limoncello, 1 bustina di lievito e 1 bustina di vanillina.
    Amalgamare il tutto fino a formare una palla.
    Avvolgere il panetto nella pellicola trasparente e metterlo in frigo per mezz’ora.
    Dopo mezz’ora togliere la pasta frolla dal frigo e stendere una sfoglia di 4 mm circa.
    Tagliare la sfoglia con delle formine a piacere e infornare i biscotti nel forno ventilato e preriscaldato a 160° per 20 minuti circa.
    Sfornare i biscotti, farli intiepidire e decorarli con il cioccolato fondente.

  37. Uova ripiene, a Natale ci sono sempre! Facilissime da fare. Mando la foto!

    5 uova
    100 gr maionese
    1-2 cucchiaino di capperi
    120 gr di tonno sott’olio
    3 filetti di acciughe sott’olio
    prezzemolo fresco

    Preparate delle uova sode e fate raffreddare.
    Tagliate le uova a metà e togliete i tuorli.
    Prendete i tuorli e schiacciateli con una forchetta quindi unite la maionese ed il resto degli ingredienti, schiacciati o frullati, come preferite.
    Mescolate bene il composto ed aggiungete del prezzemolo tritato, disponete tutti i gusci delle uova su un piatto da portata e riempite con il composto pressando bene.
    Un’alternativa è tagliarle sulla parte superiore, svuotarle e riempirle con il sac à poche. Sono più carine da mettere a tavola 🙂

  38. TORTELLINI IN BRODO! Ricetta che ho trovato su internet e che quest’anno ho provato con successo per Natale.

    PER LA PASTA:
    – farina: 800gr.
    – uova: 8
    PER IL RIPIENO:
    – polpa di maiale:150 gr.
    – polpa di vitello:150gr.
    – salsiccia: 100 gr.
    – prosciutto crudo:100 gr.
    – mortadella:50 gr.
    – uovo: 1
    – parmigiano grattato:150 gr.
    – pane grattugiato:1/2 cucchiaio
    – burro: 30 gr.
    – sale: q.b.
    – noce moscata: q.b.
    PER SERVIRE:
    – brodo di manzo: 2 litri
    – parmigiano grattato: q.b.

    1-Fatevi macinare 2 volte dal macellaio il vitello, il maiale e la salsiccia. A parte fatevi macinare il prosciutto e la mortadella. Fate sciogliere il burro unitevi la carne macinata, fatela cuocere per qualche minuto, a fine cottura salatela, poi scolatela dall’acqua che inevitabilmente il macinato ha fatto nella cottura e lasciate raffreddare.
    2-Preparate il ripieno : in una ciotola versatevi la carne macinata cotta, il prosciutto e la mortadella crudi, il parmigiano, il pane grattugiato, l’uovo, aggiustate di sale e spolverizzate con pochissima noce moscata grattugiata, mescolate bene l’impasto e mettetelo in frigorifero.
    3-Preparate la pasta: Setacciate con cura la farina sulla spianatoia, formate la classica fontana, quindi mettetevi al centro le uova e un pizzico di sale.
    4-Sbattete con una forchetta di legno le uova, quindi iniziate a incorporare la farina con la punta delle dita, partendo dai bordi della fontana. Lavorate con le man il composto per 15-20 minuti, amalgamando bene gli ingredienti e avendo cura di cospargere di tanto in tanto la spianatoia con un poco di farina. Continuate in questo modo fino a ottenere un impasto sodo e omogeneo, poi, quando nella pasta iniziano a vedersi delle bollicine, raccoglietela formando una palla. Lasciatela riposare in una ciotola per mezz’ora.
    5-Ora la sfoglia può essere tirata a mano, con il mattarello, o con l’apposita macchinetta a manovella o elettrica. Nel primo caso la sfoglia va lavorata ancora con le mani per alcuni minuti e poi appiattito con il mattarello allargandola fino a formare un grande disco di spessore fino ed omogeneo. Si lascia riposare per 10 minuti coperta da un telo.
    6-Va poi tagliata aiutandovi o con la rotella o con l’apposito arnese dei quadrati di 3-4 cm.Il vero tortellino è abbastanza piccolo. E’ importante evitare di infarinare la sfoglia al termine della sua preparazione, altrimenti non si attacca quando viene ripiegata per racchiudere il ripieno.
    7-Ponete al centro di ogni quadrato di pasta un po’ di ripieno prima preparato, poi piegate la pasta a triangolo facendo aderire bene gli orli.
    Dopo aver stretto tra il pollice e l’indice di entrambe le mani gli angoli del lato più lungo, fate ruotare con la mano destra il triangolo di pasta
    intorno all’indice della mano sinistra, poi riunite i 2 angoli e stringeteli fino a farli combaciare, procedete così fino ad esaurimento degli ingredienti.
    8-Colate il brodo, quando bolle buttatevi i tortellini, fateli cuocere alcuni minuti, circa 5 (ma dipende anche dallo spessore della pasta)
    Serviteli in brodo e spolverizzateli di parmigiano grattugiato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...